Sophie Turner prende le difese dei ragazzini di Stranger Things!

Il 6 novembre l’attrice britannica Sophie Turner (conosciuta soprattutto per il suolo ruolo in Game of Thrones nei panni di Sansa Stark) ha postato sul suo profilo ufficiale di Twitter diversi tweet prendendo le difese dei giovani attori della famosa serie TV Netflix “Stranger Things”.

A quanto pare, un gruppo di persone adulte stava aspettando gli attori (tutti poco più che tredicenni) fuori dal loro hotel per fare foto o probabilmente chiedere autografi.

Nel momento in cui i giovani attori non si sono fermati e sono andati via hanno ricevuto reazioni negative (probabilmente sia verbali che fisiche) dagli adulti sopracitati.

Di seguito vi lasciamo i tweet originali di Sophie Turner, e dopo potrete trovare una traduzione sommaria:

 

 

“Vedere degli adulti grandi e vaccinati aspettare fuori l’hotel dei ragazzini di Stranger Things, per poi insultarli quando non si fermano e vanno via, è davvero assurdo. Innanzitutto, quale adulto con un minimo di cervello aspetterebbe un BAMBINO fuori dal suo hotel, per poi offenderlo quando il BAMBINO non si ferma. Non vuol dire niente che sono attori. Sono prima di tutto bambini. Dategli lo spazio di cui hanno bisogno per crescere senza farli sentire ‘in debito’ con voi per aver voluto vivere il loro sogno d’infanzia. Immaginate questa scena: voi, da genitori, che camminate per strada con vostro/a figlio/a tredicenne e una persona adulta si avvicina a voi e a vostro figlio puntandogli una fotocamera in faccia. Fareste tutto ciò che è in vostro potere per cancellare quella foto, e rimuovere vostro figlio da quella situazione al più presto possibile. Non importa se il bambino in questione è un attore e se ha dato il consenso ad una troupe specializzata di riprendere la sua immagine mentre recita e si trova nei panni del suo personaggio. Questo NON implica che il bambino abbia dato lo stesso consenso ad estranei di seguirlo in giro con una macchina fotografica puntata in faccia. Non mi interessa quello che molti dicono ‘fa parte del lavoro’. Non è vero. E come osate scansare e umiliare un bambino quando non si mette in posa per farsi fare una foto da un estraneo, adulto, quando non vi ha dato nessun diritto di seguirlo e decide di andare per la sua strada. Tutto ciò non va contro i principi morali che insegniamo ai nostri bambini ogni giorno!?”

Sophie ha preso molto a cuore questo accaduto, e probabilmente ancora di più perché anche lei forse ha dovuto ‘subire’ questo tipo di situazioni, dato che ha iniziato a recitare in Game of Thrones quando aveva solo 15 anni.

Io, comunque, sono d’accordo con lei. Anche sul web sto vedendo spesso persone che sotto le foto degli attori di Stranger Things scrivono molti commenti a sfondo sessuale, spesso anche molto spinto.

E per quanto possa sembrarci una cosa assurda ed esagerata, se ci pensiamo bene, è una cosa seria.

Provate ad immaginare la stessa cosa, con l’amichetto della vostra sorellina o del vostro fratellino: persone adulte che dopo scuola li seguono con i cellulari per farsi foto, e quando loro si rifiutano iniziano ad insultarli come se fosse tutto dovuto solo perché “eh ma voi siete famosi”, quasi come se fossero “di dominio pubblico”, ma come dice anche Sophie, sono solo bambini.

Non importa se per i red carpet vengono truccati, tirati a lucido, vestiti di tutto punto, e dimostrano quasi sempre minimo 6 o 7 anni in più, loro hanno comunque 13 anni.

Voi cosa ne pensate?

Fatecelo sapere con un commento qui sotto, e seguiteci sui nostri social Facebook e Twitter!

The following two tabs change content below.

FlaviaCLBRS

Studentessa universitaria laureata in Lingue e Letterature Straniere, attualmente iscritta ad un corso di Laurea Magistrale in Linguistica e Traduzione... ma per lo più amante di serie TV, film, libri et similia. Con una passione per il mondo e la cultura nordica!