SAG Awards 2017, vincitori e momenti salienti

Altra settimana, altro premio. Ormai lo sappiamo (e ve lo avevamo detto ) che finalmente il periodo “premi” è arrivato.
Il 29 Gennaio è stato il turno dei ventitreesimi SAG Awards, premi assegnati dallo Screen Actors Guild (sindacato che conta più di centomila attori) ad attori e controfigure di cinema e televisione.

A differenza degli Oscar, i SAG premiano soltanto attori e attrici, non film, regia, costumi e tutta quell’ altra roba. I premi assegnati sono sedici.

Questa edizione è stata segnata dalla protesta anti-Trump e molti attori si sono fatti portavoce del popolo americano che in questi giorni si è mobilitato contro il Presidente: Simon Helberg e la moglie Jocelyn Towne, sul red carpet, hanno mostrato un cartello con la scritta “Refugees Welcome” mentre lei ha scritto sul petto “Let them in”.

Ashton Kutcher (sposato con Mila Kunis, attrice di origini Ucraine, giunta in negli Stati Uniti proprio come rifugiata durante la guerra fredda) ha salutato gli spettatori a casa e negli aeroporti della “SUA America” e ha condiviso questo tweet (a cui ne sono seguiti altri in cui spiegava la sua posizione):

 

Anche David Harbour (a.k.a. lo Sceriffo Hopper in Stranger Things), ha proclamato un entusiasmante discorso che ha incendiato la sala (ecco un articolo de Il Post che ne parla approfonditamente) e la cosa più bella, oltre alle parole di Harbour, sono state le facce fatte da Winona Ryder durante il discorso:

 

 
Emma Stone e il suo discorso

Il cast di Stranger Things festeggia la vittoria
Claire Foy, accetta il premio e ringrazia la sua co-star

Nel caso vogliate vedere giusto un paio di gif sulla serata ecco il link che fa per voi (prego).

E poi Matt Smith ha ricordato John Hurt, l’attore inglese scomparso nei giorni scorsi all’età di 77 anni

 

Ecco la lista dei vincitori:

Cinema

Miglior cast: Il diritto di contare
Miglior attore protagonista: Denzel Washington, Barriere
Miglior attrice protagonista: Emma Stone, La La Land
Miglior attore non protagonista: Mahershala Ali, Moonlight
Miglior attrice non protagonista: Viola Davis, Barriere
Migliori controfigure: Hacksaw Ridge

Tv

Miglior cast in una serie tv drammatica: Stranger Things
Miglior cast in una serie tv comica: Orange Is the New Black
Miglior attore in una serie tv di genere drama: John Lithgow, The Crown
Miglior attrice in una serie tv di genere drama: Claire Foy, The Crown
Miglior attore in una serie tv di genere comedy: William H. Macy, Shameless
Miglior attrice in una serie tv di genere comedy: Julia Louis-Dreyfus, Veep
Miglior attore in una miniserie o un film per la tv: Bryan Cranston, All the way
Miglior attrice in una miniserie o un film per la tv: Sarah Paulson, The People V. O.J. Simpson
Migliori controfigure: Il Trono di Spade

Premio speciale alla carriera: Lily Tomlin

 

Siete d’accordo con questi premi? Fateci sapere nei commenti!

Per altre info e per seguire da vicino altre news su film e serie tv, seguiteci sulle nostre pagine social Twitter e Facebook.

The following two tabs change content below.

Flavia B.

Studentessa con una grande passione per le serie tv, la musica, la letteratura e i viaggi. La mia più grande abilità è procrastinare. La mia migliore amica è l'ansia. I typos il mio nemico giurato.