La bella e la bestia: nove errori del film originale sistemati nel live action

Il classico Disney La Bella e La Bestia è da sempre uno dei preferiti dai fan e proprio il 17 marzo, l’attesissimo live action del cartone animato anni ’90 è arrivato nei cinema di tutto il mondo.

Ci sono state da sempre alcune imprecisioni e si sono sollevati dubbi in merito ad alcune scene che ne La Bella e la Bestia originale non avevano alcun senso, pare che questi buchi nella trama siano stati colmati nel film.

Ecco a voi un elenco dei plot holes che hanno acquisito un senso con il live action:

 

OVVIAMENTE SPOILER ALERT

 

1. Nel film originale, Belle pare essere l’unica a leggere nel piccolo villaggio francese in cui vive. La nostra eroina, prende in prestito i libri facendo in modo che il negozio sembri più una biblioteca che un vero e proprio negozio di libri. Visto che gli abitanti del villaggio odiano leggere non avrebbe senso avere un negozio di libri, no?

 

Nel live action tutto acquisisce più senso: infatti Belle prende in prestito i libri dalla libreria della chiesa locale, ringraziando il prete dicendo lui che “la sua biblioteca rende questo piccolo angolo di mondo, più grande”.

2. Nel cartone animato quando Gaston viene respinto da Belle, finisce in una pozza e dal taglio dell’immagine sembra proprio che la pozzanghera si trovi appena fuori dall’uscio di casa di Belle cosa che non è evidente in nessuna delle altre inquadrature.

Nel live action invece Gaston inciampa in una piccola pozzanghera di fango un po’ più lontana da casa di Belle.

3. Il periodo storico in cui il classico era ambientato non è mai stato confermato dalla Disney, ma dai vestiti usati da Gaston e dal tipo di fucile che usa dovrebbe trattarsi della fine del Diciottesimo secolo (1790-inizio 1800) quindi la Torre Eiffel che appare durante il balletto di Stia con noi è un anacronismo dato che il simbolo di Parigi fu costruito a partire dal  1887.

 

 

Nel nuovo film invece Lumiere fa riferimento alla ghigliottina (introdotta in Francia durante la Rivoluzione Francese nel 1792) però la Disney aveva detto che questo film sarebbe stato ambientato a metà del 1700 e quindi se così fosse anche la ghigliottina sarebbe un anacronismo comunque.

 

4. Lumiere in La Belle e La Bestia originale dice che il castello si trova sotto l’incantesimo della strega da dieci anni mentre nell’introduzione alla storia, la voce narrante spiega che il principe aveva tempo fino al suo ventunesimo compleanno per spezzare l’incantesimo. Facendo due conti quindi il principe avrebbe avuto circa dieci anni all’inizio del film ma dal ritratto che poi verrà mutilato dall’ira della Bestia il principe è chiaramente già un giovane adulto.

Il nuovo La Bella e La Bestia invece corregge questo errore facendo vedere il principe già adulto quando riceve la maledizione ed inoltre Lumiere non fa più menzione dei “dieci anni” ma il testo di Stia con noi viene reso più generico senza citare mai un esatto numero di anni trascorsi dall’inizio della maledizione.

5. Inoltre Chicco, nel cartone animato, viene trasformato in bambino ancora molto giovane e se la maledizione fosse durata per dieci anni questo implicherebbe che fosse nato come tazza, tutto molto impossibile, no?

Invece nella nuova versione vediamo Mrs. Bric e Chicco in forma umana già al castello al momento del lancio della maledizione, di conseguenza anche questo plot hole è sistemato.

L’età di Mrs Bric è un’altra cosa da sempre discussa dai fan, l’amatissima teiera infatti sembrerebbe troppo anziana per essere la mamma di Chicco nel film originale e infatti nel live action Le Tont chiede a Mrs. Bric se sia la nonna di Chicco facendo esplodere di rabbia la povera teiera e inasprendo lo scontro tra abitanti del villaggio e abitanti del castello.

6. Vi siete mai chiesti come mai gli abitanti del villaggio non sapessero nemmeno dell’esistenza del castello posto appena fuori dal centro cittadino? Ebbene nel live action viene spiegato anche questo: infatti gli abitanti del villaggio avrebbero dimenticato dell’esistenza del castello e di tutta la gente che lì vive a causa dell’incantesimo.

7. Nel film originale quando Maurice si mette in viaggio con il suo cavallo, quando si trova al bivio, sceglie la strada che già a prima vista sembra non portare nulla di buono e questo ovviamente non avrebbe senso nella realtà mentre, nel live action il papà di Belle si trova costretto per via del fulmine che abbatte un albero bloccando la strada buona a intraprendere una via alternativa.

8. Philippe, nel cartone animato torna da Belle senza mai essere arrivato al castello però, quando la giovane donna gli chiede di portarla dal padre, lui conosce già la strada per il castello e anche questo non ha senso.

Nel nuovo La Bella e la Bestia invece Philippe e Maurice arrivano al castello insieme e solo in un secondo momento il cavallo scappa spaventato dalla Bestia, dando una giustificazione al fatto che il cavallo conosca il percorso da seguire affinché Belle possa raggiungere il padre al castello.

9. Dopo che la Bestia salva Belle dall’attacco dei lupi, il principe-Bestia esce dallo scontro molto ferito, nel cartone animato non si riesce a capire come abbia fatto Belle a sollevare da sola la Bestia enorme e priva di coscienza mentre nel film è proprio Belle a chiedere alla Bestia di aiutarla e rimettersi  in piedi.

Avete trovato altri errori nel cartone animato originale? Avete intravisto nuove imprecisioni nel live action? Vi è piaciuto il remake?

Fateci sapere  nei commenti e per altre news su film e serie tv, seguiteci sulle nostre pagine social Twitter e Facebook.

The following two tabs change content below.

Flavia B.

Studentessa con una grande passione per le serie tv, la musica, la letteratura e i viaggi. La mia più grande abilità è procrastinare. La mia migliore amica è l'ansia. I typos il mio nemico giurato.